7+1 strategie straordinarie per aumentare le vendite tra Black Friday e Natale

Come aumentare vendite online black friday

Su eShoppingAdvisor ti abbiamo già parlato della crescita dello shopping online durante e dopo il lockdown di marzo. In questo articolo, vogliamo suggerirti 7 strategie per emergere durante Black Friday e Natale. Alla fine dell’articolo troverai anche una riflessione che potrebbe cambiare per sempre (e in meglio) il ruolo del “venerdì nero” per il tuo business. Continua a leggere per saperne di più!

 

Il Black Friday dà inizio al periodo dell’anno in cui gli italiani spendono di più. Ciò rappresenta l’occasione migliore per aumentare le vendite online della tua attività. Da qui a un paio di settimane il web inizierà a scatenarsi in vista del prossimo Black Friday, che quest’anno si svolgerà il 27 novembre.

Nel 2020, nonostante l’incertezza riguardo la diffusione del Covid-19, un italiano su due ha già pianificato di fare acquisti durante il Black Friday. Insieme alla giornata di saldi per eccellenza, le aziende di tutto il mondo si preparano già per l’altra grande festa in arrivo, il Natale.

Anticipo black friday

1. Black Friday e Natale: attenzione alla stagionalità

Un’opportunità, sia per i clienti che per i proprietari di un e-commerce, come quella offerta dal Black Friday richiede preparazione e strategia.

Tra gli elementi da prendere in considerazione in vista di questo periodo c’è la stagionalità. I tuoi potenziali clienti sono già alla ricerca di vantaggiose offerte per un regalo di Natale, ciò può influire molto sulle loro preferenze d’acquisto. Il 2020 poi, è un anno molto particolare per ciascuno di noi. Milioni di persone lavorano da casa, con tutte le necessità che ne conseguono. Le restrizioni imposte riguardo la socialità, poi, porteranno a un aumento del tempo trascorso nelle abitazioni. Tener conto di questi cambiamenti repentini e venire incontro alle nuove abitudini dei clienti può aumentare le vendite della tua attività online.

Stagionalità significa anche prevedere sistemi di logistica, trasporto e spedizioni flessibili: sarebbe un vero peccato rinunciare ad aumentare le vendite del proprio e-commerce nonostante la domanda da parte dei clienti.

Stando ai sondaggi di Google, infatti, due fattori risulteranno decisivi in questi ultime due mesi dell’anno, considerate anche le progressive restrizioni causate dal Covid:

  1. Un italiano su due verificherà la disponibilità del prodotto prima dell’acquisto online e lo ritirerà in negozio.
  2. Più del 50% degli acquirenti preferirà acquistare dai negozi locali. Che sarebbe una bellissima notizia per l’economia nostrana e premiante per tutte le strategie di Local Business.

 

2. Aumentare le vendite significa saper gestire grandi quantità di traffico

Così come l’organizzazione offline dell’azienda, il sito web deve garantire performance adeguate al prevedibile aumento di traffico che raggiungerà i prodotti del tuo e-commerce. La prima impressione dei nuovi utenti verrà proprio dal tuo sito web, dal suo aspetto ma anche dalla velocità di caricamento della pagina.

Un picco improvviso di visite può mettere in difficoltà il server dell’e-commerce, costringendo i visitatori a fastidiose attese. Il numero di utenti che abbandona il tuo sito web dopo aver visitato una sola pagina dipende anche alla velocità del sito.

Alcuni accorgimenti per preparare il sito web al prossimo Black Friday

  1. Testa la velocità di caricamento con PageSpeed Insights.
  2. Ottimizza le immagini attraverso uno strumento che ne riduca le dimensioni (come TinyPNG)
  3. Scegli servizi di hosting ottimizzati per la velocità

Non sei convinto della relazione tra velocità del sito e risultati economici? Secondo SOASTA (2016), il 28% degli utenti non ritorna più su un sito lento; durante la frenesia del Black Friday, la lentezza può risultare fatale. Gioca d’anticipo, evitando di così di compromettere la tua campagna di vendite.

 

3. Una politica di reso chiara per il tuo e-commerce

Nessun consumatore dovrebbe mai essere costretto a cercare informazioni importanti all’interno di un sito web, specialmente se si tratta della politica di reso. In un periodo delicato dal punto di vista economico e sociale, inoltre, un cliente ha bisogno di ulteriori garanzie sulla sicurezza dell’acquisto.

Assicurati che le condizioni di reso siano trasparenti e ben visibili:

  • Nel footer (la parte bassa) del sito web;
  • Nella pagina di checkout;
  • Sotto forma di link in fondo all’e-mail di conferma.

Se vuoi differenziarti dagli altri, e dimostrare che sei sicuro della qualità del tuo prodotto, prometti una garanzia superiore a quella dei tuoi competitor. Un esempio di strategia vincente ci è fornito da Chubbies, un brand di abbigliamento inglese molto interessante. Chubbies offre 10 dollari aggiuntivi rispetto al valore di acquisto, se i clienti decidono di acquistare un nuovo prodotto piuttosto che chiedere un rimborso. Creatività significa trovare nuove soluzioni a vecchi problemi e attuare un’avvincente politica dei resi è un modo interessante per dimostrare la qualità del proprio business.

 

4. Una live chat (umana) contro i colossi dell’e-commerce

Tante attività locali sono spazzate via o costrette a riorganizzare la propria struttura a causa dei grandi colossi online, primo fra tutti Amazon. Grazie a disponibilità di capitale, offerta infinita e prezzi spesso imbattibili, Amazon riesce di anno in anno ad aumentare le vendite dei suoi prodotti. L’alternativa a una competizione sui prezzi è quella di distinguerti grazie a un’assistenza precisa, in grado di rispondere alle esigenze dei visitatori.

Ad esempio, potresti organizzare una live chat, curata da uno o più dipendenti, così da risolvere qualsiasi dubbio sui tuoi prodotti. Mostrando l’impegno di persone vere come alternativa al diffuso bot, colpiresti il fianco scoperto di chi, pur di aumentare le vendite sarebbe disposto a tutto.

 

5. L’e-mail marketing e il calendario dell’Avvento

Poni abbastanza attenzione ai contenuti che invii sulla tua newsletter?

Il tasso di apertura delle e-mail e altri indicatori sottolineano l’importanza dello strumento per aumentare le vendite, ma anche per costruire una relazione duratura.

Fermati un momento a pensare al calendario dell’Avvento, quel cartoncino con 24 finestre riempite con forme di cioccolata che scandiscono l’arrivo del Natale. Il meccanismo dietro il successo di questa tradizione è semplice: ogni giorno, a partire dal primo di dicembre, si apre una casella e si mangia il cioccolatino, fino alla Vigilia. Immagina di utilizzare la stessa idea all’interno della tua newsletter.

24 giorni di contenuti di valore per i tuoi clienti

Puoi sfruttare questa strategia in vista del lancio di un nuovo prodotto o servizio durante l’anno, così come in preparazione degli sconti di Natale. Ogni mattina, per 24 giorni, invia un’e-mail nella quale regali un contenuto di valore. Può trattarsi di una breve storia sulle persone che lavorano nell’azienda, o di consigli gratuiti in aiuto dei tuoi lettori. Oppure, prepara un contenuto accattivante per riportare la testimonianza di un cliente che ha acquistato dal tuo e-commerce e vuole lasciare una recensione positiva. Sbizzarrisciti nel trovare motivi alternativi per comunicare con la tua audience in modo creativo.

Se sei in grado di stabilire una relazione con l’utente, verrai ripagato con maggiore fedeltà e reputazione. Non annoiarlo o infastidirlo con e-mail confezionate per aumentare le vendite a tutti i costi, e avrai costruito un canale preferenziale per il tuo e-commerce. A quel punto, la casella finale, corrispondente alla Vigilia nel calendario dell’Avvento, potrebbe essere un codice di sconto, o un’offerta personalizzata.

Black friday abbigliamento

 

6. Attenzione all’acquisto online tramite mobile

Uno studio di Idealo relativo al 2019, ha scoperto che più del 60% degli acquisti online avveniva da cellulare. Nel 2020 ci aspettiamo che il trend in crescita sia confermato; comprare da smartphone è sempre più la prima opzione per i consumatori.

I risultati di numerose ricerche, come quella appena citata, sottolineano l’importanza di un e-commerce responsive, ovvero navigabile senza difficoltà anche sullo schermo degli smartphone.

Ancora una volta, il tema dell’esperienza dell’utente risulta fondamentale nel processo di conversione. Rinunciare a una vendita online a causa di un sito web non ottimizzato per il mobile non è più concesso. Un semplice tool che noi di eShoppingAdvisor ci sentiamo di consigliare per testare l’adattibilità del sito è Resizer.

 

7. Black Friday e il principio di scarsità

Robert Cialdini, nel suo libro Le armi della persuasione, descrive un concetto che dovresti conoscere e sfruttare all’interno del tuo e-commerce. Si tratta dell’elemento che, più di tutti, ha determinato il successo del Black Friday, il principio di scarsità.

Principio scarsità e-commerce

Tutti apprezzano ciò che è esclusivo e limitato, in particolare quando il suo acquisto è incentivato da un’offerta di risparmio: “Per le prossime 24 ore tutti i prodotti sono scontati del 50% fino ad esaurimento scorte”. Trova un modo originale per scatenare nei visitatori un senso di urgenza, e vedrai aumentare le vendite dei tuoi prodotti in maniera esponenziale.

 

7(+1). Black Friday: Aumentare la vendita o aumentare i clienti?

Come hai letto in questo articolo, il fisiologico aumento della spesa media online può essere rivolto a vantaggio della tua attività con semplici accorgimenti. Ti sei chiesto, però, se ciò di cui hai davvero bisogno durante il Black Friday sia aumentare le vendite?

Ricerche dimostrano che i vecchi clienti acquistano circa il 33% in più rispetto ai nuovi e il loro costo di acquisizione è minore. Alla luce di questi risultati, ha senso usare il Black Friday per vendere ad utenti non in target? Implementa, piuttosto, l’acquisizione di un numero limitato di persone in target. Cura, inoltre, la fidelizzazione di coloro che hanno dimostrato di apprezzare il brand.

A questi ultimi potresti offrire premi, inviare contenuti di valore e assicurare offerte esclusive. Come sostiene Kevin Kelley, uno dei fondatori di Wired, basterebbero 1.000 persone (i cosiddetti true fans) realmente appassionate a ciò che fai, per darti la visibilità necessaria ad avere successo.

 

Pubblicato in B2B

Benvenuto sul blog eShoppingAdvisor!