Marketing omnichannel & multichannel: differenze e opportunità per far decollare le tue vendite

marketing omnichannel e multichannel

Le differenze chiave tra Marketing omnichannel & multichannel.


Il mondo e-commerce è, come ben saprai, in continua evoluzione. E anche le tecniche di marketing possono variare da un momento all’altro per via delle (sempre maggiori) esigenze dei clienti.

Per esempio fino a pochi anni fa si parlava del passaggio dal marketing uni-canale al marketing multicanale. Oggi invece si parla del passaggio dal multicanale all’omnicanale (omnichannel marketing).

Ma quali sono le principali differenze tra i due?

Differenza tra marketing multichannel e omnichannel

Il marketing Omnichannel si concentra sulla necessità di offrire un’esperienza di acquisto coerente e personalizzata per i clienti su tutti i canali e dispositivi.

Il principio guida dell’omnichannel è che questo sia basato sul consumatore, non più sul singolo canale. L’obiettivo principale è quello di rendere l’esperienza dello shopper il più semplice possibile: ciò significa un impegno costante, non importa dove e come l’acquirente interagisce con te.

Il marketing multicanale si estende su diversi canali, come social, mobile, posta elettronica e l’eventuale sede fisica. Ogni canale è separato e indipendente dagli altri e funziona in maniera autonoma, ognuno con la propria strategia e i propri obiettivi.

Questa è solo la differenza generale tra le due strategie di marketing. Vediamo ora insieme di approfondire 3 particolari aspetti:

  • l’approccio con il cliente;
  • la coerenza e l’impegno;
  • la (non) fatica del consumatore.

Omnichannel vs multichannel marketing: l’approccio con la clientela.

L’approccio multicanale mira semplicemente a diffondere il messaggio di marketing attraverso il massimo numero possibile di canali (quelli più utilizzati sono i social media e la posta elettronica). Questa tipologia di marketing consiste nel lanciare un’ampia “rete per i pesci” al fine di ottenere il maggior numero possibile di contatti con i clienti.

L’approccio omnichannel, invece, mette in relazione ogni canale come un insieme unitario per coinvolgere i clienti. L’obiettivo è quello di costruire un rapporto più solido tra i consumatori e il marchio.

Omnichannel vs multichannel marketing: coerenza e impegno.

Nel marketing omnichannel l’attenzione all’esperienza del cliente determina la seconda differenza chiave con la strategia multichannel: la coerenza. Le aziende che adottano l’omnichannel fanno sì che i loro clienti ricevano la stessa esperienza e la stessa comunicazione attraverso ogni singolo canale.

Gli e-commerce che implementano una strategia di marketing omnicanale devono garantire che tutti i settori interni siano a loro volta coinvolti e in sintonia con la comunicazione.

Per esempio quando un acquirente scrive una recensione, magari negativa, su eShoppingAdvisor.com e su Google, gli operatori dell’Assistenza clienti dovrebbero già essere al corrente del problema, magari proprio perché già stati contattati prima del feedback negativo.

Possono quindi fornire precise indicazioni al cliente riguardo il suo disguido e dimostrare di essere già informati a riguardo.

Cosa? Non ti sei ancora iscritto ad eShoppingAdvisor.com e quindi non puoi rispondere alle recensioni? Leggi tutti i motivi per cui dovresti registrarti al nostro servizio: clicca qui!

Omnichannel vs multichannel marketing: l’annullamento delle fatiche dei clienti

Un’altra priorità del marketing omnicanale è il tentativo di capire come eliminare gli sforzi dalla customer experience.

Se l’approccio multichannel tende a considerare i diversi canali disponibili come semplici opzioni da utilizzare per connettersi con i consumatori, l’approccio omnichannel è decisamente diverso.

L’omnicanale infatti utilizza i dati per capire dove il cliente fa fatica a muoversi o a comprendere. A questo punto cerca di capire come eliminare lo sforzo dei consumatori, al fine di migliorare la user experience.

Marketing omnichannel e marketing multichannel: quale scegliere?

Una strategia omnicanale assicura un’esperienza di shopping fluida e ottimale per i clienti. Le scarpe che hanno visto sul pc sono le stesse che hanno visto mentre utilizzavano Instagram sullo smartphone e per le quali hanno ricevuto un’e-mail quando sono state messe in saldo una settimana dopo.

Il messaggio è coerente, sistematico e, soprattutto, personalizzato in base al comportamento degli utenti durante la navigazione.

Si tratta di una tipologia di marketing che rispecchia gli attuali bisogni del consumatore, per cui qualunque e-commerce d’ora in avanti dovrebbe adottare (o almeno sperimentare) una strategia di questo tipo.

Cos’altro dovresti sapere riguardo le esigenze di mercato attuali?

Oltre un terzo degli acquisti online si estende su più dispositivi.

Molti consumatori, proprio in questo momento, stanno iniziando il loro percorso di acquisto su un dispositivo e lo termineranno su un altro, oppure cominciano online e completano la vendita in-store e viceversa.

Una gamma crescente di tecnologie fa sì che ogni prodotto sia accessibile in qualsiasi momento, tant’è che la distanza non determina più il comportamento di acquisto. Oggi i clienti si trovano a loro agio nella ricerca e nell’acquisto in una varietà di formati e luoghi differenti.

Chi si approccia al marketing omnichannel spende di più rispetto a chi non lo fa.

Più si riesce a riconoscere ogni cliente e a personalizzare le sue esperienze per guidarlo attentamente attraverso il suo percorso di acquisto, più è probabile che comprerà… Non solo una volta, ma numerose.

Chi adotta una strategia di marketing omnichannel per il suo ecommerce guadagna quindi di più rispetto a chi non lo fa.

Secondo diversi sondaggi (tra cui quello condotto dall’azienda Omnisend, di cui ti abbiamo parlato nell’articolo “Omnichannel marketing: cosa è e perché ne parlano tutti“) i clienti che si approcciano alle strategie omnicanale tendono non solo ad acquistare di più sul momento, ma anche a lungo andare.

Infatti questa strategia consente ai negozi online di fidelizzare più semplicemente la clientela, grazie appunto ad una presenza costante su ogni canale ma basata sulle esigenze del singolo acquirente.

Se ad esempio un utente, visitando un e-commerce con il suo smartphone, riempie il carrello virtuale e poi lo abbandona, quando entrerà su Facebook e Instagram vedrà tra gli annunci i prodotti che stava visionando… Se è iscritto alla newsletter del negozio riceverà una mail che gli ricorda di aver lasciato i suoi acquisti sul più bello… Etc. etc.

In conclusione

Le strategie di marketing dovrebbero adattarsi ai bisogni specifici degli utenti ed eliminare ogni difficoltà nel processo di navigazione ed acquisto.

Come puoi ben immaginare, l’approccio omnichannel può contribuire a migliorare nettamente i guadagni del tuo e-commerce, dunque ti consigliamo fortemente di adottarla.

I tuoi clienti non potranno che essere soddisfatti!

Team eShoppingAdvisor

Siamo un Team di persone appassionate con il chiaro obiettivo di far emergere sul web il portale eShoppingAdvisor.com quale guida di riferimento per lo shopping online ed efficace strumento per migliorare costantemente il posizionamento sul web dei piccoli e medi-ecommerce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Benvenuto sul blog eShoppingAdvisor!