5 sfide (che devi vincere per forza) se vuoi aprire un e-commerce di successo

Se stai pensando di aprire un e-commerce questo è quello a cui devi essere pronto!


Nel 2020 aprire un e-commerce è diventata una necessità, più che un’opzione, se vuoi investire nel mondo del commercio. Questo non significa che sia alla portata di tutti.

Per avere successo nel mondo dello shopping online ci sono tutta una serie di fattori di cui dovresti tenere conto. Ma sei fortunato e hai cliccato sul sito giusto!

Il mondo e-commerce è ormai vastissimo e la sfida principale per chi vuole avventurarvisi è con i grandi colossi di internet.

Amazon, Ebay, Aliexpress, Zalando, Asos, e via dicendo, sono i più grossi concorrenti sulla piazza e bisogna tener conto di questi fenomeni della vendita online per carpirne i segreti e distinguersi da essi in meglio.

In questo senso, a meno di grande preparazione e ampi fondi finanziari, sarà bene per te investire in un settore che ben conosci.

Ma andiamo ora a vedere quali sono le 5 sfide da vincere per un imprenditore che vuole aprire un e-commerce di successo.

Ricorda: dopo aver aperto il tuo e-commerce iscriviti subito a eShoppingAdvisor.com in modo da poter costruire immediatamente un’ottima reputazione, raccogliere le recensioni dei clienti (e rispondere a tutti i consumatori che lasciano il feedback, così da creare un eccellente rapporto con la tua clientela), migliorare il tuo posizionamento su Google e tanto altro ancora!

Leggi l’articolo: Rivendica la tua vetrina su eShoppingAdvisor: 5 modi in cui una presenza consapevole può giovare al tuo business per informarti in anticipo, ancor prima dell’apertura del tuo negozio online.

consigli apertura negozio online

1) Vuoi aprire un e-commerce di successo? Scegli il prodotto giusto.

Uno degli strumenti consigliati dagli esperti del mondo e-commerce è Google Trends, che ti permette di conoscere la frequenza di ricerca su Google di una determinata parola.

Questo è un primo step per valutare se l’idea di business che hai riscontra l’interesse delle persone in questo momento storico.

Tuttavia, questo è solo un passo che puoi fare per rafforzare la tua fiducia nel tipo di prodotto che stai valutando di commercializzare.

Molti e-commerce hanno raggiunto il loro successo partendo da idee balzane o poco gettonate (Yoox pioniere dello shopping online dei rimasugli di vestiario di fine stagione): perciò conta molto lo spirito imprenditoriale.

Quindi una volta individuato un tipo di prodotto che vorresti vendere online, dovresti fare delle ricerche di mercato sui siti in cui già è venduto, valutandone le caratteristiche e l’interesse delle persone.

Questo puoi farlo tramite lo strumento di ricerca delle parole chiave di Google, che ti darà la possibilità di conoscere il numero di ricerche mensili effettuate per quel prodotto, la concorrenza esistente e i termini di ricerca correlati.

In questo modo avrai potuto valutare l’esistenza di una domanda di mercato per il tuo prodotto e scoperto quali sono le parole chiave correlate, con media concorrenza, sulle quali puntare.

Un altro strumento molto utile per il tuo futuro e-commerce è Data Studio, strumento gratuito appartenente anch’esso a casa Google. Leggi l’articolo Cosa è Google Data Studio e perché dovresti usarlo per monitorare il tuo e-commerce per saperne di più a riguardo!

2) Analisi della fattibilità (o studio della fattibilità).

La scelta del prodotto giusto è supportata dallo studio di fattibilità di vendita dello stesso ed è un passo fondamentale da fare per costituire un e-commerce di successo.

Innanzitutto bisogna valutare se il prodotto che ti interessa viene prodotto da te, in conto terzi o semplicemente acquistato all’ingrosso e rivenduto.

In alcuni casi la produzione propria potrebbe convenire rispetto a quella affidata ad un produttore esterno, a causa degli eventuali alti minimi d’ordine imposti da quest’ultimo.

Fare un’analisi della concorrenza è importante, quindi dovresti valutare le modalità di vendita altrui, il prezzo, il margine di guadagno e se c’è un leader di mercato in particolare o meno.

Valuta attentamente se il prodotto che vuoi commercializzare è facilmente reperibile nei negozi fisici dell’area geografica in cui vuoi piazzarlo: questo dato ti sarà utile per stabilirne il prezzo di vendita.

A tal proposito potresti anche analizzare le recensioni che gli e-commerce concorrenti raccolgono su eShoppingAdvisor.com! Devi soltanto cliccare qui (verrai reindirizzato alla home page della nostra piattaforma) e digitare, sulla barra di ricerca, il nome del sito concorrente. Approderai sulla sua vetrina e potrai leggere tutte le recensioni da lui ricevute, sia positive che negative.

3) Vuoi aprire un e-commerce? Prima valuta il target di riferimento.

La scelta del target di riferimento dei consumatori è correlata alla scelta del prodotto e alle strategie di marketing applicate per venderlo: un bene di lusso non si venderà a chi ha difficoltà ad arrivare a fine mese, e non ci si rivolge a un uomo di mezza età poco acculturato come lo si farebbe con una donna di 30 anni di cultura medio-alta.

Individuare il tuo acquirente tipo è di primaria importanza e su questo si baserà tutta la fase di marketing che introdurrà ed accompagnerà la tua vendita online.

Devi assolutamente assicurarti della fattibilità di vendita al tuo potenziale cliente: l’età, la possibilità finanziaria, l’accesso alle modalità di pagamento e di spedizione nel Paese interessato.

In caso non ci siano dei grossi concorrenti leader del mercato della tua idea di business, potresti fare uno studio delle persone che si interessano a quel dato prodotto su social network.

consigli per aprire un e-commerce di successo

4) Redarre un business plan o un pitch?

Una volta terminata la fase di studio di fattibilità e la ricerca sui competitor, se hai individuato il tuo prodotto da commercializzare, è giunto il momento di redigere un business plan. Oppure no?

Se non hai dimestichezza con questo tipo di attività ti consigliamo di rivolgerti ad uno specialista che ti guiderà passo passo, secondo le tue esigenze, a costruirlo.

Un’altra strada da seguire è quella di organizzare un pitch, ovvero un discorso persuasivo (ben studiato a tavolino) al fine di presentare la tua idea di business a degli investitori. Un buon pitch è ben congegnato in modo tale da essere breve, conciso e che riesca ad intrigare le persone che hai di fronte.

Una volta ottenuta la possibilità di parlare con gli investitori (magari ad un evento di networking), dovrai fare una presentazione audio visiva del tuo business.

Slide ed eloquenza saranno la tua spada e il tuo scudo: fa sì che il Wow Statement (lo slogan che riassume efficacemente la tua attività) sia in primo piano e cerca di suscitare interesse nel tuo pubblico.

Molte start up hanno intrapreso questa strada per iniziare e hanno così avuto la possibilità di sfondare nel mercato degli e-commerce.

5) Burocrazia legata all’apertura di un negozio online.

Una volta fatti tutti i passi precedenti, è giunto il momento di affrontate con il coltello tra i denti la burocrazia per aprire la tua azienda e-commerce.

A questo punto dovrai:

  • Scegliere una tipologia di azienda
  • Aprire una partita IVA
  • Iscriverti alla camera di commercio
  • Presentare la S.C.I.A. (Segnalazione Certificata di Inizio Attività) al comune di competenza
  • Attivare un indirizzo PEC (Posta Elettronica Certificata)
  • Creare il sito e-commerce

L’ultima voce è quella più importante, perché il portale dovrà essere creato nel rispetto degli obblighi informativi previsti da:

  • Codice della privacy
  • Codice del consumo
  • GDPR (Regolamento Europeo in materia di Protezione dei Dati Personali)

Conclusioni finali

Ora dovresti avere un attimo più chiaro come iniziare il percorso per l’apertura del tuo e-commerce e delle sfide che dovrai affrontare e superare per farlo. Utilizza i nostri consigli, rivolgiti ai giusti professionisti (per esempio a un’agenzia di Digital Marketing) e incrocia le dita!

E, una volta aperto il tuo negozio online, ricorda di iscriverti a eShoppingAdvisor.com. Inizia a utilizzarlo fin da ora per visionare le recensioni dei tuoi concorrenti e adotta un comportamento migliore del loro per distinguerti dalla massa: sulla nostra piattaforma trovi migliaia di recensioni su tutti gli e-commerce che potrebbero aiutarti a migliorare la tua idea di business.

Pubblicato in B2C

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Benvenuto sul blog eShoppingAdvisor!