L’impatto delle fake reviews nel mondo reale: ecco i dati della ricerca

impatto delle recensioni false sugli acquisti online

Recensioni false? Spingono i consumatori ad acquistare prodotti di pessima qualità. Ce lo dice una ricerca dell’azienda “Which?”.


Da molti anni noi di eShoppingAdvisor combattiamo contro le recensioni false e contro i sistemi, come la Fake Reviews Economy, che spingono le persone a scriverle per ottenere denaro. L’impatto dei feedback fasulli, in particolare quelli positivi, è davvero deleterio sui consumatori.

Uno studio dell’azienda britannica Which?, che come noi lavora affinché gli acquisti dei consumatori siano consapevoli e ben informati, ci mostra quale sia l’impatto immediato delle recensioni false, ovvero le maggiori possibilità di acquistare prodotti di scarsa fattura.

Vediamo di seguito i dettagli di questo studio.

Le recensioni false spingono i consumatori all’acquisto di prodotti di scarsa qualità: ecco cosa dice la ricerca.

recensioni false e acquisto prodotti di scarsa qualità

I venditori disonesti manipolano le recensioni online pagando letteralmente le persone per ottenere falsi feedback positivi. Esistono tantissimi gruppi su Facebook dedicati proprio all’ottenimento di recensioni positive (false) in cambio di una piccola somma di denaro e, spesso, anche in cambio dell’omaggio del prodotto recensito.

Non solo: anche su eBay, su Subito e su altre piattaforme spesso compaiono annunci di venditori che offrono denaro in cambio di feedback falsi. 

Lo studio dell’azienda Which ha evidenziato il comportamento dei consumatori in seguito alla lettura, inconsapevole, di recensioni false mostrando come le persone abbiano più del doppio di probabilità di acquistare un prodotto di scarsa qualità quando questo è corredato da feedback fasulli rispetto a quando siano presenti solo recensioni autentiche.

Come ha fatto Which a ottenere questi risultati? Ebbene, ha messo in pratica un vero e proprio esperimento comportamentale.

Sai che su eShoppingAdvisor.com puoi leggere solo recensioni autentiche riguardanti gli e-commerce? Il nostro team le verifica una per una, scartando quelle sospette o palesemente false e certificando quelle provenienti da acquisti reali. Queste ultime, le recensioni certificate, vengono lasciate dai consumatori che cliccano sull’invito a recensire post acquisto inviato dai negozianti. In alternativa, provengono da recensioni spontanee a cui è stata allegata la ricevuta d’acquisto.

Cosa aspetti? Utilizza la nostra piattaforma per recensire i tuoi acquisti online e per verificare l’affidabilità degli e-commerce da cui vorresti comprare!

L’esperimento comportamentale che mostra l’impatto negativo delle recensioni false sul comportamento dei consumatori.

Which ha chiesto a 10.000 persone di fare shopping online utilizzando un sito costruito ad hoc per somigliare alla piattaforma di Amazon. Sia chiaro: le pagine e i contenuti mostrati agli utenti non erano originali di Amazon, ma comunque molto simili, in quanto era molto probabile che tutte le persone conoscessero questo Big dell’e-commerce e trovassero il sito semplice da consultare e utilizzare.

L’azienda, comunque, ritiene che l’esperimento sia replicabile con qualsiasi altro negozio online che contenga recensioni degli utenti.

Ai partecipanti dello studio è stato chiesto di scegliere un prodotto tra cuffie audio, dashborard camera (ovvero la telecamera da cruscotto) e aspirapolvere senza fili.

Si tratta di prodotti in cui Which ha trovato numerose recensioni false sul web. Per ogni categoria, sul sito venivano mostrati ai consumatori 5 prodotti a prezzi identici: un Best Buy, tre Mediocri e un Don’t Buy (chi partecipava all’esperimento non era al corrente di queste definizioni).

Solo i Best Buy erano davvero di prodotti di qualità; i prodotti Don’t Buy, invece, erano prodotti pessimi. Tutti i prodotti potevano contenere recensioni false.

Chi ha partecipato all’esperimento aveva la possibilità di leggere 7 recensioni e le informazioni relative al prodotto. Le recensioni false avevano caratteristiche comuni che Which ha individuato durante le sue indagini riguardo i feedback fasulli e sospetti, tra cui:

  • feedback a 5 stelle eccessivamente ossequiosi, magari corredati di foto minuziose dell’articolo;
  • l’aggiunta di etichette di supporto da parte della piattaforma del venditore, spesso influenzata da recensioni positive davvero troppo numerose;
  • la ripetizione del titolo del feedback all’interno della recensione stessa;
  • gli errori di forma e grammaticali.

Vogliamo precisare che i prodotti Don’t Buy e i prodotti Best Buy potevano tutti avere delle recensioni false. Which ha suddiviso i partecipanti in diversi gruppi applicando diversi livelli di recensione falsa.

Leggi l’approfondimento: Ecco perché scrivo recensioni finte: i retroscena del mondo delle fake review per comprendere cosa spinga le persone a scrivere recensioni false e come fare per evitarle.

I risultati dell’esperimento cambiano in base al “livello di falsità” della recensione

I risultati dello studio sono stati diversi in base al grado di “falsità” della recensione. Ecco, di seguito, quali tipologie di recensioni false o sospette potevano vedere i partecipanti dei vari gruppi:

  • gruppo di controllo, che vedeva i prodotti senza recensioni false;
  • 1º gruppo di trattamento: recensioni con star rating gonfiato;
  • 2º gruppo di trattamento: recensioni con star rating gonfiato + testo con recensione falsa;
  • 3º gruppo di trattamento: recensioni con star rating gonfiato + testo sospetto con probabile recensione falsa;
  • 4º gruppo di trattamento: recensioni con star rating gonfiato + testo con recensione falsa + etichetta di approvazione della piattaforma;
  • 5º gruppo di trattamento: recensioni con star rating gonfiato + testo con recensione falsa + etichetta di approvazione della piattaforma + banner di avvertimento.

Quali sono stati i risultati dell’esperimento?

Solo il 10% delle persone che apparteneva al gruppo di controllo, ovvero il gruppo che poteva leggere recensioni autentiche, ha scelto di acquistare i prodotti di scarsa qualità (quelli che l’azienda, al contrario degli ignari partecipanti, vedeva come “Don’t Buy”).

Negli altri gruppi, la percentuale di persone che ha scelto di acquistare prodotti di pessima qualità è stata nettamente più alta. Ecco di seguito il grafico del risultato:

studio sui rischi delle recensioni false
Fonte: https://www.which.co.uk/news/2020/05/the-real-impact-of-fake-reviews/

Guarda i risultati relativi al gruppo numero 4, dove i prodotti avevano recensioni con star rating gonfiato + testo con recensione falsa + etichetta di approvazione della piattaforma: rispetto al gruppo di controllo, ha visto un aumento del 136% della domanda per il prodotto Don’t Buy.

Ciò significa che le persone che si trovavano in questo gruppo avevano oltre il doppio delle possibilità di acquistare un prodotto di scarsa fattura rispetto a quelle che non leggevano recensioni false.

Sai che lo studio mostra le reale situazione delle recensioni (spesso false) su Amazon?

Ebbene sì, su Amazon i venditori e i recensori disonesti hanno trovato un modo per aggirare la tecnologia che dovrebbe scovare recensioni false. È più semplice di quanto potrebbe sembrare: i venditori trovano le persone disposte a recensire in maniera fasulla il prodotto e forniscono loro il link per acquistarlo.

I recensori sleali comprano il prodotto, che risulta dunque un acquisto reale sulla piattaforma. Una volta ricevuto rilasciano una recensione estremamente positiva, corredata da fotografie minuziose e da particolari che forse solo un blogger professionista penserebbe di includere.

Dopodiché il venditore rimborsa il denaro che la persona che ha scritto la recensione falsa ha speso per comprare il prodotto e, in più, paga una piccola commissione per il “favore”. Pensa che, tramite i gruppi Facebook, i forum e le piattaforme come eBay, i venditori scorretti riescono a racimolare migliaia e migliaia di recensioni positive (false), contro le poche centinaia di recensioni (autentiche) che di solito ricevono i venditori onesti.

Ma a causa delle recensioni false, come si evince dallo studio dell’azienda Which, i consumatori hanno maggiori possibilità di acquistare prodotti di scarsa qualità. Come diretta conseguenza, le fake reviews espongono le persone alle truffe sul web, rendono i consumatori sempre più diffidenti nello shopping online e danneggiano le aziende che, ottenendo solo recensioni autentiche, non hanno così tanti feedback eccellenti come spesso capita ai venditori che li comprano.

Cosa fare dunque? Leggi il nostro approfondimento Recensioni false e pagine truffa: come riconoscerle e starne alla larga, che ti permette di riconoscere a colpo d’occhio i feedback falsi o sospetti, e leggi i feedback solo sulle piattaforme indipendenti dai negozi online, come il nostro sito eShoppingAdvisor.com.

Su eShoppingAdvisor puoi leggere recensioni sempre verificate dal nostro team (che scarta quelle sospette e quelle palesemente false) e recensioni certificate, ovvero provenienti a un reale acquisto. Non aspettare oltre: fai shopping online sicuro utilizzando la nostra piattaforma per verificare l’affidabilità dei negozianti… E non dimenticare di recensire i tuoi ultimi acquisti! Ti aspettiamo!

Pubblicato in B2C

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Benvenuto sul blog eShoppingAdvisor!