Truffe sul web ed annunci: ecco come riconoscere quelli fraudolenti

Truffe sul web come difendersi dalle truffe online

Scopri come riconoscere i falsi annunci sul web ed evitare le truffe.


Truffe sul web ed annunci: a chi rivolgersi e come riconoscerle

Se acquisti spesso online, e se hai letto il nostro articolo “Affidabilità: 5 consigli per riconoscere un ecommerce truffaldino”, saprai bene che il web non è di certo immune alle frodi.

Anzi, truffare online risulta spesso molto semplice: non tutti sanno a chi rivolgersi dopo un evento simile né come riconoscere un eshop fasullo.

Tantissimi utenti, spesso tratti in inganno dagli annunci pubblicitari, cascano in queste trappole. Allo scopo di prevenire i furti sul web oggi vogliamo integrare una mini-guida allo scorso articolo, concentrandoci prevalentemente sugli annunci fraudolenti.

Ma prima di iniziare vogliamo spiegarti come difenderti nel caso qualcuno ti abbia già derubato durante un acquisto online.

La buona notizia è che puoi denunciare la truffa. Ecco come:

  • Stampa i seguenti documenti:
    – tutte le email e gli eventuali messaggi scambiati con il finto venditore
    – le proprietà del suo indirizzo email
    – la ricevuta di pagamento
    – la pagina web su cui compare il prodotto/servizio in vendita
    – la pagina con i dati del prodotto acquistato
  • Annota tutti i dati del venditore.
  • Rivolgiti alla Polizia Postale (clicca qui per trovare i Compartimenti o le Sezioni di Polizia più vicini a te) presentando i documenti stampati e i dati del venditore.
  • Sporgi denuncia descrivendo l’episodio nei minimi dettagli.

In aggiunta ti consigliamo di contattare il tuo istituto bancario (il quale potrebbe consigliarti di bloccare la carta utilizzata per la transazione) e di recensire l’eshop-truffa su eShoppingAdvisor.com.

Scrivere una recensione su un negozio truffaldino aiuta gli altri utenti ad evitare la frode. A questo proposito registrati subito su eShoppingAdvisor.com!

E adesso ecco tutte le indicazioni per riconoscere gli annunci online fraudolenti.

Truffe sul web ed annunci falsi e truffaldini

1) Truffe sul web ed annunci: Prezzi troppo convenienti per essere veri

In questo caso non parliamo di negozi come wish.com o aliexpress.com (che offrono prodotti provenienti dalla Cina a prezzi bassissimi) né di outlet online come privalia.com.

Parliamo invece di annunci di smartphone e Iphone venduti a oltre il 70% in meno del prezzo originale, capi d’abbigliamento costosissimi a prezzi incredibili, fantomatici “ultimi pezzi” al costo simbolico di 1 euro…

Perché mai un eshop dovrebbe svendere gli articoli, andando probabilmente in perdita?

Te lo diciamo noi: non ci sono ragioni per farlo.

Quando vedi annunci del genere su Facebook, Instagram o altre piattaforme evitali come la peste. Probabilmente hanno l’obiettivo di derubarti (sia mediante la conclusione dell’acquisto che acquisendo i dati della tua carta) o, nel migliore dei casi, ottenere i tuoi dati personali e rivenderli.

I social inoltre ti permettono di segnalare le inserzioni. Ecco per esempio come puoi farlo su Facebook:

Truffe sul web ed annunci: come segnalare su facebook

Per capire se un negozio online (a prescindere dai prezzi) sia fraudolento leggi sempre le recensioni dei clienti!

Su eShoppingAdvisor.com, per trovare le recensioni su un ecommerce, devi soltanto digitare l’indirizzo web nell’apposito spazio e cliccare sulla lentina.

Truffe sul web leggi le recensioni

2) Truffe sul web ed annunci: Inserzioni scritte in Italiano poco corretto

Se per leggere un’email pubblicitaria o un annuncio hai dovuto sforzarti un po’ (perché scritti con una grammatica scorretta o per metà in lingua straniera)… Ecco, probabilmente non dovresti cliccarvi.

Spesso si tratta di tattiche ad hoc per ottenere dati personali, delle carte di credito e, nel caso delle mail con dei link in allegato, installare virus o altri malware nei tuoi dispositivi.

3) Se hai già cliccato sull’annuncio ma hai paura che si tratti di una truffa… Compi le seguenti verifiche.

Per riconoscere un sito truffa dopo aver cliccato su un annuncio verifica i seguenti elementi:

  • Recensioni: non ci stancheremo mai di ripeterti che le recensioni sono fondamentali per comprendere se un sito sia fraudolento o meno! Com’è ovvio, però, assicurati anche che non siano false.
  • Partita IVA: per legge deve essere presente su un eshop. I negozi-truffa non la pubblicano oppure scrivono una partita IVA fasulla/appartenente ad un’altra azienda. Per sapere come verificarla leggi il nostro articolo sugli ecommerce truffaldini!
    Sistema di pagamento: spesso (anche se non sempre) un eshop fasullo permette ai clienti di pagare soltanto con carte di credito, evitando PayPal, pagamento alla consegna ed altri sistemi più sicuri.
    Corrispondenza tra nome del sito e prodotti: spesso i siti fraudolenti utilizzano nomi che non corrispondono agli articoli o ai servizi offerti. Per esempio sono utilizzatissimi i nomi di bar/ristoranti, piazze e personaggi famosi.

Arrivati a questo punto ti vogliamo dare un consiglio bonus, ovvero come riconoscere le inserzioni fraudolente sulle piattaforme di annunci!

Truffe su bakeka.it e subito.it: smaschera gli annunci fraudolenti e i falsi acquirenti sul web

Subito.it e bakeka.it sono tra le piattaforme di annunci gratuiti più utilizzate in Italia.

Purtroppo questi siti presentano anche i loro svantaggi: pullulano di inserzioni truffaldine o addirittura di falsi acquirenti che tentano di estorcerti denaro…utilizzando il tuo stesso annuncio.

Ecco di seguito le due truffe più famose su subito.it.

Truffe su subito.it con bonifico

Hai mai sentito parlare della truffa della Costa d’Avorio?

Truffe sul web truffe online subito

Numerosi utenti di subito.it, dopo la pubblicazione di un annuncio, vengono contattati da fantomatici personaggi molto interessati all’oggetto in vendita.

Questi falsi acquirenti provengono dalla Costa d’Avorio e, durante le trattative, chiedono di pagare tramite bonifico.

A questa richiesta ne aggiungono però un’altra. Il bonifico dalla Costa d’Avorio prevede una tassazione, chiamata “indennità di trasferimento”.

Ti chiedono di anticipare questa tassa (che poi ti restituiranno) per sbloccare il bonifico, inviando il denaro mediante sistemi di pagamento come MoneyGram o Western Union.

Sappi che una volta inviati i soldi non vedrai mai il bonifico né ti verrà restituita l’indennità di trasferimento.

Oltretutto MoneyGram e Western Union non permettono di risalire all’identità del truffatore.

Truffe sui cani su subito.it

Non è raro trovare su subito.it annunci di cuccioli di razza pura in regalo provenienti da un Paese estero.

La tattica è molto simile alla truffa della Costa d’Avorio: l’inserzionista richiede, in anticipo, il prezzo per il viaggio dal Paese d’origine all’Italia.

Indovina quali metodi di pagamento dovresti utilizzare?

Beh, ovviamente quelli non sicuri come MoneyGram e Western Union. Com’è ovvio i cagnetti non esistono e i soldi dell’adescato finiranno nelle tasche sbagliate.

Vuoi segnalare alla piattaforma di annunci un’inserzione di questo genere? Clicca sul seguente link: Segnalazione truffe subito.it

Conclusioni

Gli annunci sono molto utilizzati per mettere in atto delle vere e proprie truffe sul web.

Ora sai come riconoscerli e come difenderti. Se hai avuto esperienze di questo tipo registrati subito su eShoppingAdvisor.com e recensisci i falsi eshop!

Aiuterai tantissimi acquirenti a non cadere nella stessa trappola ed evitare le frodi.

Ma questo non è di certo l’unico vantaggio della nostra piattaforma! Clicca qui per scoprirli tutti.

Benvenuto sul blog eShoppingAdvisor!