This site uses cookies.
Cookies are essential to get the best from our websites , in fact almost all use them.
Cookies store user preferences and other information that helps us improve our website.

If you want to learn more or opt out of all or some cookies check the Cookies Policy .

Click on accept to continue browsing, clicking on any item below nonetheless consent to the use of cookies.
04/12/2017 0 520

Il prodotto acquistato on line è difettoso. Che fare?

Purtroppo è successo. Il prodotto che hai ordinato on line è arrivato in tempo, ma è difettoso. Che sia un libro mancante di pagine o una camicia macchiata, un rossetto senza sigillo o un auricolare che non funziona, il primo pensiero dell’ acquirente corre subito al timore di essere stato vittima di una truffa. In verità non sempre è così. Se da un lato è vero che i siti più seri di ecommerce raramente saltano la fase di controllo dell’oggetto prima della spedizione, dall’altro l’errore umano può sempre accadere. E le trappole possono nascondersi ovunque, come negli acquisti effettuati nei negozi fisici.

Cosa fare in quel caso?

 Per prima cosa è necessario controllare immediatamente l’acquisto una volta ricevuto, prima che trascorra il tempo massimo entro il quale richiedere il rimborso o la sostituzione al negoziante. La legge indica che il difetto di conformità venga denunciato dal cliente al venditore entro il termine di due mesi dalla data in cui è stato scoperto il vizio del prodotto, ma esistono anche altre scadenze da tenere in considerazione.È inoltre necessario che il cliente sia in possesso della prova d’acquisto, ossia lo scontrino, che rappresenta in sé la vera e propria garanzia per il compratore. Può andare bene anche la ricevuta della transazione on line, con un sistema carta di credito, Pay pal o simili.

Non è la casa produttrice dell’oggetto la responsabile del difetto, ma il venditore.  È assolutamente necessario tenere in mente questo particolare fondamentale: sarà infatti il portale, o negozio, impresa grande o piccola, a rimborsare o sostituire l’oggetto difettoso. E le spese di restituzione? Non è raro che siano a carico del cliente ma quest’aspettodovrà comunque essere indicato con chiarezza al momento dell’effettuazione dell’ordine on line.

Se una volta contattato l’ufficio clienti doveste riscontare difficoltà, rivolgetevi ad una associazione dei consumatori della vostra città. Infine, il consiglio di eShoppingadvisor.com è quello di prevenire il danno. Come? Controllando sempre le recensioni relative al negozio al quale vi affidate. Il valore del giudizio dei compratori che hanno effettuato un acquisto prima di voi è inestimabile. Puoi partecipare anche tu, gratis, alla creazione di una preziosa banca dati semplicemente iscrivendoti in veste di utente a eShoppingadvisor.com 

Entra adesso e accedi alle promozioni a te riservate!  

0 commenti

Per poter inserire un commento devi essere registrato.   |   Effettua il login utente o eshop oppure registrati come utente o come eshop