This site uses cookies.
Cookies are essential to get the best from our websites , in fact almost all use them.
Cookies store user preferences and other information that helps us improve our website.

If you want to learn more or opt out of all or some cookies check the Cookies Policy .

Click on accept to continue browsing, clicking on any item below nonetheless consent to the use of cookies.
05/10/2018 0 341

Cinque consigli di Forbes per l’ecommerce: dalla strategia alla formazione

Noi di eShoppingAdvisor lo abbiamo scritto tante volte in questo blog e ci crediamo davvero: è fondamentale guardare all’informazione estera per aggiornarsi non solo sulle novità del settore ecommerce, ma anche sui punti di vista diversi da quelli italiani.

Per questo vi segnaliamo il primo di una serie di interessanti articoli recenti pubblicati dalla prestigiosa rivista americana Forbes a proposito di commercio on line. Si tratta di pezzi impostati con lo stile dei “decaloghi” o “consigli numerati”.

Gli articoli prescelti sono accomunati dall’invito a considerare l’ecommerce come una scommessa del “digitale in divenire”, ossia di un modo di considerare il business alla luce di una visione diversa dal passato per strumenti, diffusione e opportunità. Se da un lato la capacità di organizzare un buon negozio non si differisce più di tanto dal fiuto tradizionale dei buoni commercianti, dall’altro il buon intuito di una volta, seppure necessario, con l’ecommerce rischia di non bastare.

Per questo eShoppingAdvisor, piattaforma indipendente e pubblica che ospita recensioni verificate e certificate che garantiscono clienti da una parte, e negozi on line dall’altra, vi propone alcuni “numeri” di Forbes per fare un buon ecommerce.

L’analisi introduttiva: un mercato in forte crescita

L’ecommerce cresce sempre di più anche negli USA  e secondo un rapporto del 2018 pubblicato da The Census Bureau del Department of Commerce e citato da Forbes, le vendite totali attraverso e-commerce per il secondo trimestre del 2018 sono state stimate a 127,3 miliardi di dollari, in aumento del 15,2% rispetto al secondo trimestre del 2017.

Mentre Amazon è il portale più popolare per lo shopping online negli Stati Uniti, l'e-commerce in gran parte dell'Asia è di proprietà di players locali come Alibaba e JD.com in Cina e Flipkart in India.

 

Cinque dritte per un ecommerce prospero

Il primo articolo pubblicato da Forbes  che vi segnaliamo si intitola: “Five Things Your E-Commerce Business Needs To Thrive”, ossia ”Le cinque cose di cui il tuo ecommerce ha bisogno per prosperare”.

 

Per Parul Agrawal, tra gli esperti della community di Forbes, nonché consulente e speaker, è importante osservare i trend di mercato e saper anticipare il business nei prossimi anni, e dunque potere avere una “visione” , come solitamente accade agli imprenditori di successo.

 

L'autrice segnala in particolare la necessità di "concentrarsi sui giusti passaggi" che poi saranno "fondamentali per il successo di qualsiasi settore, e lo stesso vale per il successo delle attività di e-commerce".

 

“I marchi e le aziende che si stanno adattando all'e-commerce hanno maggiori probabilità di vedere la massima crescita nel prossimo futuro – scrive-. Reagire alle prime tendenze e visualizzare il business nei prossimi anni è ciò che fanno gli imprenditori di successo. Tuttavia, concentrarsi sui giusti passaggi è fondamentale per il successo di qualsiasi settore e lo stesso vale per il successo delle attività di e-commerce”.

 

Consiglio n.1 : Una strategia chiara

La strategia consiste nel costruire una road map per non discostarsi dagli obiettivi  che si sono prefissati e poi raggiungerli a breve e a lungo termine.

Non sempre però i manager degli ecommerce hanno chiari i contenuti dai quali partire. Il consiglio di Agrawal è rispondere alle domande di base sul servizio o sui prodotti che si vogliono offrire; il consiglio è perciò quello di seguire il principio delle cinque W della notizia (cosa, perché, dove, quando, chi). "Queste domande basilari ma importanti ti aiuteranno a chiarire la ragione per cui stai creando il business".

Consiglio n. 2: Una proposta di valore convincente

Così come accade in occasione del lancio delle startup, Agrawal segnala la necessità di definire una value proposition, ossia il valore d' innovazione che un ecommerce offre al mercato. "Descrivendo il tuo acquirente di destinazione, il problema che risolvi e il motivo per cui sei migliore dei tuoi concorrenti, è il primo passo verso un'efficace valutazione delle opportunità di mercato", scrive. E affronta anche un nodo delicato:

il vostro ecommerce potrebbe essere analogo a molti altri già disponibili, ma "dovrebbe distinguersi in termini di qualità del prodotto, consegna dei prodotti, costi, imballaggio, varietà di prodotti offerti, ecc.". In parole povere: non è un male se avete dei competitors, lo è invece se non avete chiaro su quale fronte potrete dare di più.

Consiglio n.3: Esecuzione di alta qualità

Una volta che un’impresa ha stabilito la strategia, il passo successivo è l'esecuzione o l'azione: in poche parole, “far accadere le cose”, si legge su Forbes. Scontato? Forse, ma non altrettanto semplice. Chiari obiettivi organizzativi per tutti i membri del team, un mezzo per misurare i progressi verso tali obiettivi e una chiara assunzione di responsabilità, sono i requisiti di base per una buona esecuzione.

Consiglio n.4: Buona leadership

Stabilire una direzione chiara e strategica che sia veramente motivante, comunicare frequentemente e apertamente, rimanere umili e radicati, ascoltare attentamente ed empaticamente, e fornire un ambiente di lavoro di supporto che sia aperto, trasparente, non politico e pienamente meritocratico, sono alcune qualità che la leadership dovrebbe possedere anche per un ecommerce”. Così scrive l’autrice dell’articolo.

Consiglio n. 5: Formazione

Siano corsi universitari oppure on line, i dipendenti vanno formati o comunque messi nelle condizioni di aggiornarsi nel migliore dei modi possibile. E aggiungiamo noi; evitate di pensare che sia affare loro occuparsene. Un dipendente al quale viene offerta questa possibilità, avrà la possibilità di misurarsi con altri colleghi, essere perciò stimolato a fare sempre meglio e ad amare maggiormente il proprio lavoro.

Vi sono piaciute le proposte di Forbes che abbiamo selezionato per voi?

Registratevi gratuitamente ad eShoppingAdvisoed iscrivetevi alle nostre newsletter. Avrete almeno due grandi opportunità: usufruire di una piattaforma libera e sicura, una “vetrina” per migliorare visibilità on line e reputazione, e ricevere tanti aggiornamenti di settore se vi iscriverete alla newsletter!

E se vuoi conoscere nuove utili strategie per il tuo ecommerce, scarica il nostro Mini corso gratuito contenente i  “I 7 segreti per migliorare la reputazione del tuo ecommerce":Per richiederlo ora clicca Qui.  

Approfittane! È gratis (davvero).

 

 

0 commenti

Per poter inserire un commento devi essere registrato.   |   Effettua il login utente o eshop oppure registrati come utente o come eshop