Slide homepage blog eShoppingAdvisor

Il prodotto acquistato on line è difettoso. Che fare?

Purtroppo è successo. Il prodotto che hai ordinato on line è arrivato in tempo, ma è difettoso. Che sia un libro mancante di pagine o una camicia macchiata, un rossetto senza sigillo o un auricolare che non funziona, il primo pensiero dell’ acquirente corre subito al timore di essere stato vittima di una truffa. In verità non sempre è così. Se da un lato è vero che i siti più seri di ecommerce raramente saltano la fase di controllo dell’oggetto prima della spedizione, dall’altro l’errore umano può sempre accadere. E le trappole possono nascondersi ovunque, come negli acquisti effettuati nei negozi fisici. Cosa fare in quel caso?

Con le recensioni per lo shopping si fa carriera

Diciamoci la verità: quando condividiamo il nostro giudizio su un acquisto effettuato sul web, ci sentiamo soddisfatti. E pure tanto se in quelle poche righe di recensione abbiamo riassunto un’esperienza reale fatta di attese, pagamenti, spedizioni, arrivi e verifica che l’oggetto o servizio in questione sia arrivato sano e salvo. O se, al contrario, abbiamo vissuto una delusione cocente perché qualcosa nostro malgrado è andato storto, e chiediamo che sia fatta chiarezza. Pochi però riflettono sul vantaggio diretto e indiretto che riguarda anche i venditori. Se il servizio di ecommerce viene valutato bene significa che il percorso intrapreso è quello giusto. In caso di critiche, invece, è necessario comprendere cosa può (e deve) essere migliorato.

L’ eCommerce in Italia: popolare e in crescita

Se compri su Internet sappi che fai parte di quei 22 milioni di italiani che acquistano sul web e che il business dell’ eCommerce in Italia vale ben 24 miliardi di euro. Gli italiani acquistano in Rete anche oggetti estremamente deperibili come farmaci e cibo, ed esplorano tutti i settori di servizio, dal turismo alle assicurazioni, come dimostra una classifica ufficiale.

Benvenuto sul blog eShoppingAdvisor!