5 segreti per usare al meglio Instagram e potenziare il tuo ecommerce

Esiste una parola d’ordine ben nota a chi gestisce un ecommerce: è tasso di conversione, ossia la percentuale di visite alla piattaforma di vendita che si traducono in obiettivo raggiunto, e dunque in acquisti. I social network possono essere decisivi per le campagne di marketing studiate su misura per i negozi digitali. Non tutti i social però sono uguali, e non solo Facebook può risultare vincente per le strategie di promozione.

La piattaforma di recensioni di eShoppingAdvisor è stata studiata per raccogliere le recensioni dei clienti al di fuori delle piattaforme di vendita, garantendone la correttezza e la trasparenza. Se sei un venditore, ricevere e gestire i feedback dai clienti è un dato cruciale per la tua reputazione e, soprattutto, ti conviene.

Abbiamo pensato di introdurti al mondo di Instagram for business, ossia il social che a partire dalle immagini, collega eshop e acquirenti digitali di tutto il mondo.

Privilegiato soprattutto dai giovani e dalle donne, il social acquistato qualche anno fa da Zuckerberg guarda oramai al business; sapersi destreggiare tra i suoi post e hashtag è importante.

Sino allo scorso autunno, Instagram vantava 500 milioni di utenti al giorno. Di questi, gli inserzionisti erano 2 milioni. Il dato è in continua ascesa.

Ma c’è di più. Secondo la ricerca promossa da TrackMaven, il 68% dei followers di Instagram interagisce regolarmente con i marchi (rispetto al 32% degli utenti su altri social network come Facebook) e il rapporto di engagement (interazioni per post, per 1.000 follower) su Instagram è 8 volte maggiore, in media, rispetto a qualsiasi altra piattaforma di social media marketing.

Instagram, soprattutto, è anche una delle poche piattaforme di social network non ancora satura di venditori e dunque di competitors. Prima di leggere e mettere in pratica i nostri 5 consigli per avviare una buona campagna per il tuo ecommerce su Instagram, assicurati di conoscere i fondamentali del popolare social network.

Dai un’occhiata ad uno dei tanti video tutorial presenti sul YouTube, per verificare il tuo livello di conoscenza.

1. Crea un account business

Quando creerai l’account del tuo eshop su Instagram, non dimenticarti di scegliere l’opzione business. Solo così potrai accedere alle funzionalità che saranno necessarie a tutte le operazioni legate al marketing digitale, a partire dalle eventuali sponsorizzazioni. Un enorme vantaggio del profilo business, inoltre, è quello di accedere agli Insights, ossia alle metriche che ti permettono di analizzare il numero di visitatori che hanno visualizzato i post (Reach) , o che hanno cliccato al link del sito nell’area della descrizione e di analizzare l’identità dei followers (genere, provenienza). Ricordati che solo analizzando i dati potrai comprendere se stai facendo davvero un buon lavoro nel digital marketing.

2. Crea e ricerca hashtag pertinenti

Gli hashtag su Instagram sono fondamentali. Se usi con dimestichezza Instagram, sai già che si tratta di un elemento essenziale per il corretto uso del social; se invece sei un novello user, ti consigliamo di usarli prima nel tuo account personale e così capirai in breve che si tratta di una sorta di “corridoio privilegiato” che permette alle tue foto di entrare in un feed collettivo e dunque di essere visto.

Valuta attentamente e, soprattutto, prenditi il tempo giusto per creare l’hashtag aziendale. A volte non è necessario sbizzarrirsi in soluzioni originali; potrebbe bastare il nome del negozio, e/o  usare lo slogan già creato dai tuoi addetti al marketing.

Un esempio: il marchio fashion ChiaraB. usa due hashtag ufficiali #chiarab e #bechiarab; il primo è il nome del marchio, il secondo è il claim che lo contraddistingue, ossia Be Chiara B. Successivamente valuta quali sono gli hashtag più seguiti a seconda del tuo settore di vendita.

Se il tuo eshop punta alla vendita di integratori, ad esempio, scoprirai che tra gli hashtag più usati e dunque più visti dal pubblico, potrebbero esserci  #salute, #farmacia, #benessere  ecc Usali quando inserisci la foto e la accompagni con un breve testo.

3. Suggerisci uno stile di vita con le immagini dei tuoi prodotti

I clienti non vogliono acquistare solo un prodotto ma anche l’immagine e lo stile di vita che evoca. Per questo le foto che farai realizzare per il tuo account Instagram non dovranno essere la mera copia di quelle già presenti nel tuo eshop o sull’account Facebook del negozio, ma dovranno essere realizzate appositamente, magari da un professionista.

Considerare il social più “visual” che ci sia alla stregua di tanti altri, sarebbe un errore imperdonabile. Se il tuo eshop propone prodotti tipici regionali, non basteranno belle foto (che però sono comunque necessarie) che mettano in evidenza i colori vibranti di un vasetto di conserva biologica di frutti di bosco del Trentino, o la polverosa perfezione delle paste di mandorla siciliane. Il tuo obiettivo sarà raccontare una piccola storia che veda come protagonista il tuo cliente e il contesto che potrebbe nascere dal consumo di quei prodotti.

La conserva potrebbe rimandare ad un momento di godurioso relax nella natura, cucchiaino alla mano, coda di cavallo e scarpe da trekking in bella vista. La pasta di mandorla confezionata singolarmente, potrebbe suggerire uno snack sano e di ottima qualità da consumare (e perché no?) nella pausa caffè in ufficio per addolcire una dura giornata di lavoro.

Ovviamente questi sono solo degli esempi, ma ti potrebbero restituire il senso di una comunicazione digitale su misura per Instagram.

4. Costruisci una rete di relazioni

Per avere successo, non basta inserire dei contenuti in linea con la tua mission aziendale. Il lavoro non può e non deve fermarsi a questo livello, ma deve prendere in seria considerazione la conversazione con i clienti e con altri account Instagram aziendali (non di competitor, ovviamente) che sono vicini al tuo settore merceologico. L’ambiente social, così come quello web in generale, si basa sullo scambio, sulla relazione e sulla creazione di una piccola community legata da interessi comuni.

Pensare di ricevere like ed accessi al sito di vendita solo per avere curato visivamente l’account, purtroppo è una pia illusione.

5. Lancia offerte dedicate per il canale

Codici sconto solo per i clienti Instagram, piccoli contest, omaggi free. Per fidelizzare i vostri clienti ed avvicinarli a questo canale bisogna essere più generosi e giocosi che mai. Non dovrai svenarti ma solo curare un piccolo privilegio per chi frequenta il tuo canale e interagisce con il tuo eshop. Come per tutte le campagne, è necessario calibrare le promozioni ed inserirle nei periodi più consoni. Siamo certi che nel tempo otterrai dei risultati sempre più degni di nota e ,soprattutto, stabili.

Il digital marketing è essenziale per una buona gestione del tuo ecommerce, non importa se piccolo o grande. Affidarsi a dei professionisti è sempre consigliabile, ma è altrettanto importante che tu conosca almeno le regole base  delle piattaforme e degli strumenti.

La web reputation è inoltre fondamentale per mantenere alto il livello di credibilità su Internet. Come spieghiamo nel nostro mini corso a cura di eShoppingAdvisor, che offriamo gratuitamente on line, dal titolo I 7 segreti per migliorare la reputazione del tuo ecommerce è necessario avere l’ambizione e la lucidità di combinare intuizioni personali e buon marketing digitale.

Se vuoi rimanere aggiornato segui il nostro blog,  iscriviti alla newsletter e, soprattutto, iscriviti alla nostra piattaforma per avere subito dei vantaggi: è gratis!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Benvenuto sul blog eShoppingAdvisor!